Innovazione. Il ‘quando’ e il ‘con chi’ contano eccome!

XVenerdì scorso mi ha contattato via Facebook una vecchia conoscenza incrociata tra il 2006 e il 2008 in uno dei tanti progetti che all’epoca avevamo lanciato con Sumo. Il suo messaggio mi ha fatto ricordare che l’iniziativa in questione era sul rapporto tra nuove tecnologie, culture open source e associazionismo non profit. Buffo, proprio in questi giorni sto lavorando con il m.a.c.lab all’organizzazione di una sessione del Workshop sull’Impresa Sociale 2014 su Nuove tecnologie per l’impatto sociale: come ridisegnano i servizi. Oggi il tema è assolutamente mainstream e al centro del dibattito internazionale sul futuro dell’impresa sociale. Sette anni fa, invece, avvicinammo quel filone di lavoro con spontaneità e spregiudicatezza e dopo poco meno di due anni lo abbandonammo perchè non riuscimmo ad individuare uno sbocco economico in grado di sostenere il nostro impegno. Continue reading

Advertisements

Droni, disoccupazione, proprietà e potere. E’ sempre la solita storia, ma questa volta di mezzo c’è anche Arduino.

 Pagina 99 Week End dell’8 marzo 2014 ha un inizio pirotecnico, in tutti i sensi. Il pyros è quello della crescente disoccupazione globale. Il tecnico è quello dei droni. Cinque pagine ben fatte che, partendo dagli spunti delle ricerche di Frey e Osborne, hanno il coraggio di dire apertamente quello che sempre più persone pensano: la tecnologia può competere con gli essere umani nello svolgimento di compiti sempre meno routinari e gli esseri umani entrano nel vortice della disoccupazione laddove quei droni sono più precisi, veloci, prestanti ed economici ( “Così l’automazione manda all’aria il mondo del lavoro”). Essere umano vs Drone per guadagnarsi un posto nel sistema produttivo, anche se non sono sicuro che il premio sia proprio una grande ricompensa… Continue reading