Attivismo e impresa si incontrano al tempo degli ibridi

attivismoIn questi ultimi 30 giorni ho contato almeno 15 post di importanti testate – del livello dell’Harvard Biz Review e del The Guardian – nei quali si mette in luce un capitalismo sempre più attento all’impatto sociale, soprattutto grazie alla sensibilità dei più giovani. La tecnica con cui questa tendenza viene enfatizzata è sempre la stessa: ci presentano le storie di aziende e imprenditori illuminati che diventano i rappresentanti di una nuova generazione di ‘capitalisti buoni’. Come se davvero questa tendenza fosse recente… Soprattutto come se non fossero esistiti fin dalle origini della storia degli imprenditori e delle imprese attente anche ai bisogni dei meno fortunati.
Una notizia: si chiamava e continua a chiamarsi filantropia! Tuttalpiù possiamo chiamarla più furbescamente Corporate Social Responsibility. Lo ha ben ricordato David Burkus in Mixing Business and Social Good Is Not A New IdeaContinue reading